PERSONAGGIO: SAPONAIO

 

 

 

ATTIVITA’ : PRODUZIONE   E COMMERCIO  DEL SAPONE

 

 

 

 

STORIA:  ANNO 1595, MOISE’ E JOSEP, DUE EBREI PROVENIENTI DA ANCONA, OTTENGONO LA PRIVATIVA DELLA PRODUZIODNE DEL SAPONE DETTO  BIANCO ALL’USO DI ANCONA O  ALLA MARCHIGIANA A LIVORNO,  ALLA CONDIZIONE CHE  OGNI ANNO CONSUMASSERO NON MENO DI 500 BARILI D’OLIO D’OLIVA, PRENDESSERO IL SALE DALLE SALINE DI GROSSETO E LA CENERE DAI FORNACIAI DI LIVORNO, PAGANDOLA 1 GIULIO AL SACCO. UN ALTRO EBREO, SALOMONE DI AGNOLO DE SALUTI OTTENEVA LA STESSA CONCESSIONE A CONDIZIONE DI RISPETTARE IL PRIVILEGIO DEI DUE ANCONETANI. TRE ANNI DOPO LA FABBRICA VENIVA AMPLIATA IN UN NUOVO SITO IN LIVORNO NUOVO. INTORNO AI PRIMI DEL ‘600, LA FAMIGLIA EBREA DEI  FRANCO POSSEDEVANO NUMEROSI SITI IN CITTA’ PER LA PRODUZIONE DEL SAPONE, E IN PARTICOLARE TRE NELLA VIA  DETTA  SAPONIERA ( LA PARTE DI VIA PIAVE DELIMITATA DALLE VIE DEL POZZETTO E  DA VIA S. FRANCESCO, SUL PROLINGAMENTO DELLA VIA MARSILIANA) ESISTEVA ANCHE UNO  SCALO DELLE SAPONIERE , PER LE NUMEROSE FABBRICHE CHE VI SI APRIVANO, OGGI SCOMPARSA, DOPO L’INTERRAMENTO DEL FOSSO NEL 1898, POI DIVENUTO VIALE CAPRERA, IN VENEZIA NUOVA).

 

 

  

ABBIGLIAMENTO: POPOLANO CON GREMBIULE E BERRETTO

 

 

  

ACCESSORI: CESTO CON SCAGLIE DI SAPONE GREZZO, RECIPEINTI CON OLIO D’OLIVA, CENERE, SODA, O SALE

HOME IL NOSTRO CORTEO