Salire sulla macchina del tempo ........e via........

 

 

Chissà quante volte abbiamo accarezzato questo sogno e chissà quante volte con la fantasia abbiamo cambiato il corso della storia.

Già, ........ma a Livorno c’è ben poco da cambiare, non ha storia, al più è storia di altri, vale a dire di tutti quelli che Livorno l’hanno occupata, comprata e rivenduta, dai pisani ai Medici e tira in giù.........

E qui il fatidico:.....“Ma lo dici Te!”…… Ecco, probabilmente è stato in quel momento che qualcosa si è mosso, un’idea ha cominciato a prendere forma, diventare sempre più insistente.

Ore ed ore passate a scovare libri e leggerli, visionare stampe e tutto ciò che serviva a capire, a conoscere e devo dire che diventava sempre più bello, perfino avvincente.

Ne parlai con un amico, storico autodidatta, di quelli senza sfilze di medaglie sul petto, ma gran conoscitore delle cose di casa nostra, e fornito di un invidiabile patrimonio didattico culturale; era vero, la storia c’era e valeva la pena di raccontarla.

Proposi quindi al Consiglio della Circoscrizione Cinque, di costituire un primo nucleo di figuranti che rappresentassero quei Livornesi di altri tempi e dopo un’accurata ricerca e le solite formalità burocratiche identificammo venti personaggi ai quali il maestro Marc Sardelli, come per magia dette corpo e anima.

Delle prime uscite, o meglio apparizioni, qualcuno che ci ha visto in fortezza nuova o alla rotonda di Ardenza o in piazza a Montenero Alto, se ne ricorderà.

Sembrava tutto facile, pareva si potesse camminare spediti e senza intralci, ma c’erano gli intralci, altro che se c’erano……. non sto a spiegare tutto quanto c’è successo perché sarebbe lungo e anche noioso, sta di fatto che il giorno 8 settembre 1998 ho chiesto ad alcune persone che sapevo interessate di riunirsi il 16 stesso mese e da lì buttato giù un piano di lavoro, venerdì 20 novembre 98  nella sala della Circoscrizione 5 è stato nominato il 1° Consiglio Direttivo ed il collegio dei revisori dei conti della nascitura Associazione Culturale denominata ‘’La Livornina’’. Queste sono le date "storiche " della nostra nascita.

Ci siamo dati da fare per ricevere consensi e contributi ed incrementare il numero dei nostri soci onde poter puntare a quelli che sono i nostri progetti (vedi)

Col tempo siamo maturati, ai primi elementi iniziali se ne sono aggiunti di nuovi sempre validi e volenterosi,  il nostro consiglio di amministrazione, conta ora su altri validi soci, capaci, storicamente preparati e motivati e tutti impegnati volontariamente senza scopi lucrativi.

            Dopo le prime sporadiche apparizioni, abbiamo già avuto modo di farci apprezzare (e continueremo a farlo) in occasione di importanti manifestazioni cittadine come effetto Venezia, La stagione Remiera, Il trofeo accademia, la maratona cittadina, Le festività di Santa Giulia  e di alcune feste rionali come la festa dell'uva o a coteto, (vedi le" nostre attività ". Abbiamo inoltre preso molti contatti con gruppi analoghi al nostro operanti in Toscana e anche oltre per organizzare comuni sforzi e collaborare in iniziative di alto livello, come la festa della Toscana che di anno in anno tocca le principali città toscane.

Col passare del tempo siamo infatti riusciti a ritagliarci un nostro spazio e ad inserire la nostra immagine a livello regionale dove siamo già ben conosciuti ed apprezzati, tanto da divenire il punto di riferimento per la provincia di Livorno per i gruppi di rievocazioni storiche.

          Attualmente disponiamo di circa 100 costumi tra armati, nobili, popolani, tamburini e personaggi famosi, tutti in continua evoluzione e ampliamento ambientati per lo più nel periodo mediceo che andremo presto a completare come prima parte del nostro corteo, e abbiamo inoltre intenzione, non appena potremo disporre di una sede , adeguata alle nostre esigenze, (l'attuale è assolutamente inadatta e indecorosa) (chi vuol intendere intenda), di fare in modo che possa successivamente essere aperta alla cittadinanza come centro di interesse storico culturale, che affianchi altre realtà cittadine già esistenti; ponendo anche in bacheche i costumi più di spicco con didascalie annesse, creare un locale dove poter effettuare audiovisivi e/o discussioni a tema storico culturale e simili sulla nostra città e dove raccogliere materiale informativo inerente e di interesse storico, culturale e simile, ed ospitare eventualmente e possibilmente  manifestazioni di interesse pubblico.        

Teniamo a precisare e ribadire la nostra totale autonomia e indipendenza da ogni e qualsiasi forma e struttura politica e non e che non ci faremo MAI strumentalizzare da chicchessia perchè questa è la nostra stessa essenza e sopravvivenza e non ci interessa se per questo saremo invisi ai soliti approfittatori e non credano i soliti furboni di prenderci per "comodino" come si dice qui, perchè c'è un limite anche alla nostra pazienza.
Con la presente intendiamo inoltre porre all'attenzione di tutti le non poche difficoltà nel reperimento e la costruzione dei costumi più o meno elaborati, delle divise, armi, accessorie, attrezzature e così via; cercando di riprodurre tutto ciò nel modo più storicamente fedele possibile e dell'impossibilità oggettiva di affrontare con le nostre sole forze le spese relative, oltre a quelle di mantenimento e gestione del tutto.

 Non siamo i soliti piagnoni di turno, i nostri costumi sono per lo più frutto della nostra capacità e delle nostre personali risorse; sappiamo rimboccarci le maniche e comunque vada andremo avanti, augurandoci che qualcuno possa darci una mano a realizzare in tempi più brevi i nostri progetti.

Chiediamo quindi il sostegno ed il contributo di tutti, dalle Banche agli Enti alle Istituzioni ai cittadini tutti e agli organi d'informazione, perché il bel sogno di pochi diventi il realizzarsi del desiderio di tanti e confidiamo quindi in tutti coloro che sentono in sé orgoglio d'appartenenza e sano campanilismo.

Ed é con questo spirito che chiediamo anche a te di collaborare personalmente per la realizzazione di questo progetto, con la certezza che da esso si avrà un ritorno, anche economico, e sicuramente di prestigio per la nostra Città, per coloro che la rappresentano e della cui realtà sociale fanno parte; e detta collaborazione va intesa principalmente con il dedicare ogni tanto parte del proprio tempo per rievocare lo spirito storico livornese, partecipando di persona nelle nostre manifestazioni.

Naturalmente autorizziamo fin d'ora chiunque a diffondere notizie e informazioni veritiere sulla nostra associazione, e apprezzeremo consigli e quanto altro vorrete farci pervenire, anzi saremmo lieti che ognuno che ci conosce convinca altri a partecipare.

Eventuali contatti diretti possono essere presi telefonicamente o per posta al nostro indirizzo (sede sociale via Forte S. Pietro 36 oppure sede legale via De Sanctis 28) contattandoci durante una manifestazione, o inviando una e-mail al  nostro recapito  "lalivornina@libero.it"  e naturalmente personalmente presso la nostra sede attuale o futura (vedi anche "contattaci").

 

Un grazie di cuore per tutti coloro che vorranno e potranno darci una mano, percorrendo con noi quattro passi nel nostro passato, altrimenti grazie ugualmente a tutti per averci dato orecchio. 

                                                                                               Il presidente

 

  

 

 

 

Clicca sulle voci a fianco per saperne di più

 

     
   
 
   
HOME L'ASSOCIAZIONE