Dogana d’acqua :

 

Eretta nel 1841 su progetto di Carlo Reishammer. Elegante facciata in pietra basata sopra un ponte a tre arcate e situata al centro di una vasta darsena divisa in dars. interna e dars. esterna serviva come canale di transito per Pisa e Firenze

 

. Le due “luci” laterali del ponte erano utilizzate per l’ingresso e l’uscita del naviglio onde evitare all’interno confusione nelle operazioni doganali.

Originariamente costituita di due piani subì gravi danni durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale .

Dell’imponente edificio in macigno a due piani restano i tre archi del basamento  Ai primi del secolo nel vano erano tre statue di delfini simbolo di buon augurio per i viaggiatori.

 

oggi della dogana d'acqua resta solo la parte bassa, due archi laterali sono ancora agibili per il passaggio delle imbarcazioni nel canale.

HOME PAGE

INDICE MONUMENTI