CASTELLO DEL ROMITO (Castel Sonnino)

 Solido fortilizio mediceo del XVI secolo, arroccato suggestivamente a picco sul mare.

 La località prese il nome di Romito dalle cavità naturali presenti nella roccia che servirono da romitorio ai Gesuati di Montenero che spesso qui si ritiravano. Si dice che il castello fu regalato al barone e ministro Sidney Sonnino dal re Vittorio Emanuele II.

In origine il Castello fu fatto costruire da Cosimo III a difesa della costa nel 1702 sui resti di una precedente fortificazione in località romito.

Passò poi ai Lorena e nel 1799 ai francesi.

A seguito della riconquista da parte delle truppe al comando dell’Inghirami, il castello divenne proprietà dei Peruzzi e poi nel 1895 dell’allora Ministro delle Finanze e degli Esteri Sidney Sonnino, che è sepolto in una delle grotte naturali che circondano la mura. La villa fu fatta erigere dal Sonnino sopra una scoglio a circa 100 m di altezza sul mare.

 Narra una leggenda che Il nome romito nasca dal fatto che nel 1495 nel castello, il cavaliere francese Ernesto d’Estrangues si sia lasciato morire in solitudine per il rimorso di aver tradito il suo re (Carlo VII) per amore della nobile pisana Gabriella Lante.  

HOME PAGE

INDICE MONUMENTI