IL CISTERNONE

 

I lavori furono iniziati nel 1829, su disigni in stile neoclassico di Pasquale Poccianti (1774 - 1858) e fu inaugurato da Leopoldo II nel 1842, tredici anni dopo l'inizio dei lavori. Il Cisternone fu costruito con l'intento di dotare Livorno di un grande serbatoio d'acqua in grado di alimentare per lungo tempo le fonti della città in caso di guasti degli Acquedotti, e al contempo per filtrare l'acqua proveniente da Colognole eliminando ogni impurità residua. La cisterna è larga 38 m, lunga 42, e contiene oltre 10.000 m³ d'acqua, che può avere la profondità di 5 metri e mezzo.

Questa opera è sempre stata in funzione come tutt'oggi ed è sempre stata usata per gli scopi per cui è nata.

 

 

 

HOME PAGE

INDICE MONUMENTI