Ferdinando III di Asburgo Lorena

 

Secondogenito del granduca Pietro Leopoldo che, divenuto imperatore, cedette a lui, nel 1790, il granducato di Toscana, Ferdinando temperò o annullò molte delle riforme economiche ed ecclesiastiche leopoldine.

Il 29 aprile 1791 Ferdinando viene a Livorno per godere dei festeggiamenti in suo onore.

Nel 1793 su pressione Inglese Ferdinando III aderisce alla coalizione antifrancese e fa aumentare il controllo sulla stampa inneggiante alla Francia rivoluzionaria

Quando la Toscana fu occupata dai Francesi, una prima volta nel 1799 e poi nel 1800, Ferdinando ebbe in cambio, nel 1802, il principato di Salisburgo. Con la Restaurazione, Ferdinando III, in seguito alle decisioni prese durante il Congresso di Vienna, ritornò in possesso del granducato di Toscana.

1814 - Il 17 Settembre, dopo 15 anni di assenza, acclamatissimo, ritorna in Toscana Ferdinando III che annulla la maggioranza delle leggi francesi

Il 29 Novembre il Granduca è a Livorno viene reintegrato a governatore lo stesso Spannocchi.

1816 - Vengono completate le opere del nuovo acquedotto di Colognole iniziato dal 1792 dall'Ingegner Salvetti su incarico del granduca. Costruito lungo il torrente Riseccoli poi interrato.

Il 14 luglio 1819 Ferdinando accompagna il fratello imperatore Francesco I a Livorno dove ricevono grandi accoglienze

1824 - muore Ferdinando III (18 giugno) e gli succede il figlio Leopoldo II di Lorena che sarà l'undicesimo nonché l'ultimo dei granduchi toscani.

 

HOME PAGE INDICE PERSONAGGI IL NOSTRO CORTEO