DIACINTO CESTONI

 

 

v   Il grande naturalista Diacinto Cestoni nasce il 13 maggio 1637 a Montegiorgio (Ascoli Piceno) ma passa tutta la sua vita a Livorno,

      Giovanissimo fa il garzone di farmacia dove si mostra desideroso di imparare e si impiega poi in una spezieria dove fa pratica e approfondisce lo studio delle scienze naturali. Gestisce poi una farmacia in via Greca

 

v     Ottimo autodidatta, negli anni, si dedica inoltre con passione allo studio della biologia e si guadagna la stima di Francesco Redi e di Antonio Vallisneri con i quali intrattiene fitte corrispondenze epistolari su argomenti di biologia,scienze ricerche e osservazioni naturalistiche e similari. Il Redi diceva di lui: egli è uno speziale ma ne sa più di 40 medici.

      Il 7 marzo 1689 viene nominato protospeziale di corte, grazie a questa nomina, ha la possibilità di effettuare importanti ricerche attraverso le quali diviene lo scopritore della natura animale dei coralli e dell'acaro della scabbia. Studia il ciclo vitale delle pulci e delle Alghe, e pubblica inoltre osservazioni sui pellicelli e sul freddo prodotto dall’evaporazione.

Da modesto autodidatta qual'era nei suoi studi adoperava un semplice microscopio ad una lente ma era fautore del metodo sperimentale portato all'esasperazione per cui solo dopo dodici ripetuti esperimenti identici dava fiducia al risultato.

 

 

 v     Famoso il detto popolare sul suo consiglio dietetico che dice: - La ricetta del Cestoni “ mangiate meno, maialoni !"-

 

v muore a Livorno il 29 gennaio 1718. A lui sono intitolate una strada cittadina e l'acquario comunale con museo di biologia marina.

 

 

   

 

   

 

HOME PAGE INDICE PERSONAGGI IL NOSTRO CORTEO