ALESSANDRO DEI MEDICI (1511 - 1537)

Nello stesso 1530 , anno in cui i Medici riprendono il potere, Alessandro dei Medici,  conferma i privilegi commerciali livornesi, invia due suoi parenti, Chiarissimo di Rosso dei Medici come provveditore al commercio e Muzio dei Medici come capitano; infine nomina Francesco Pezzini, discendente di quel Marcantonio già comandante la piazzaforte, primo gonfaloniere del borgo fortificato di Livorno.

Ma è nel 1532 che il duca Alessandro, primo duca di Firenze, (nacque a Firenze il 22 luglio 1510 e Vi morì il 6 gennaio 1537), venne nominato duca dall'imperatore Carlo V su pressione del papa Clemente VII, (Giuliano de'Medici) di cui si vociferava fosse figlio naturale nato dalla relazione tra Giulio una serva nera di casa Medici, identificata nei documenti come Simonetta da Collavechio ; altre fonti indicano come sua madre una contadina della campagna romana . Comunque grazie al colore della propria pelle si guadagnò il soprannome de il Moro'.

il Pontefice riuscì anche a combinare il matrimonio tra Alessandro e Margherita d'Austria, figlia naturale dell'imperatore.

Benché Illegittimo, fu l'ultimo discendente del ramo principale dei Medici a governare Firenze e fu il primo duca ereditario della città.

Lo stesso anno, iIl duca sollecita la conclusione dei lavori della fortezza e la prosecuzione di quelli del santuario di Montenero. (Livorno conta 1800 circa abitanti)  

1533 - Il duca viene a Livorno per ossequiare Clemente VII, suo zio, che si imbarca per la Francia per le nozze della nipote Caterina col secondogenito di Francesco I. Questa aveva da poco compiuti i quattordici anni, essendo nata il 13 aprile del 1519 da Lorenzo de' Medici duca d'Urbino e da Maddalena de-la-Tour d'Auvergne. Rimasta prestissimo orfana dei genitori, era stata condotta, in età di cinque mesi, presso Leone X a Roma, poi nel 1525 era stata rimandata in Firenze per essere educata. Nel 1527, durante la prigionia del Papa a Castel Sant'Angelo, era stata chiusa nel convento di Santa Lucia e in quello delle Murate; poi era andata a Roma e a Bologna e infine nuovamente a Firenze.
Si trovava in questa città quando le fu comunicato che doveva recarsi a Marsiglia, dove l'aspettavano il Pontefice e lo sposo. Partì da Firenze il 1° settembre del 1533, accompagnata da Filippo Strozzi, e per Portovenere, La Spezia e Nizza giunse a Marsiglia il 23 ottobre. Qui quattro giorni dopo venivano con grande solennità celebrate le nozze e Filippo Strozzi consegnava al re di Francia il ricchissimo regalo nuziale del Pontefice alla nipote. Lo stesso Papa ripasserà da Livorno al ritorno per Roma il successivo novembre.  

1534 - I lavori alla fortezza vengono ultimati, e vengono poste le iscrizioni, sul bastione della canaviglia “ Alex. Med. dux flor. anno D. 1534, die prima aprilis W. semper ” e sopra la porta di ingresso con lo stemma dei medici “ Sotto una fede et legge un Signor solo”

Da notare che sopra l'ingresso viene posta una grossa cannoniera (tuttora visibile) che era rivolta verso l'abitato, di conseguenza con unico scopo del controllo e protezione da eventuali rivolte interne.  

Il duca Alessandro, ritenuto elemento avaro e dissoluto , viene ucciso il 6/1/1537 per motivi politici dal parente Lorenzino, detto Lorenzaccio; gli succede Cosimo, nato il 12 giugno 1519 figlio di Giovanni delle Bande Nere. del ramo cadetto dei Medici derivante da Lorenzo il vecchio fratello di Cosimo il vecchio.

HOME PAGE INDICE PERSONAGGI IL NOSTRO CORTEO